III Traversa Alimuri - Meta di Sorrento - Napoli +39 0815321495

Scoprila nostra Storia

 

AntonioCafiero

Antonio, per mentalità e per spirito, è sempre stato aperto al nuovo e allo stesso tempo legato in modo passionale alle tradizioni della sua terra.

Il gusto espresso nella gastronomia della cultura mediterranea è riuscito, più di quelli di altre civiltà, ad imporsi a livello universale, a far scuola, a fare tendenza. In questo quadro il peso della Campania ed in particolare della Penisola Sorrentina ha assunto un rilievo eccezionale. Partendo da Vico Equense fino a Punta Campanella è tutto un fiorire di buoni, ottimi ed eccellenti ristoranti. In Penisola Sorrentina si è scelta la strada della qualità e della rivalutazione dei prodotti del territorio.

Una terra, quella della penisola sorrentina, bagnata dal mare e che da esso per lunghi secoli ha tratto la linfa vitale per la sua economia sia nei momenti di massimo splendore della cantieristica navale come nei momenti di magra, quando il pescato era l’unica fonte di sopravvivenza per numerose famiglie del posto fino ad arrivare ad oggi con la balneazione che vede Meta come località turistica.

In questo rapporto con il mare, con il mare Mediterraneo, che Antonio Cafiero cresce. Da piccolo aiuta il padre Mario, rinomato maestro d’ascia, nella costruzione di barche. Poi lo segue nell’avventura della gestione di uno stabilimento balneare che erediterà, purtroppo, presto. E qui in questo contatto quotidiano, giornaliero, in ogni stagione dell’anno che matura la consapevolezza dell’importanza del mare per la sua terra. Non solo per l’economia, ma anche per la cultura. Non a caso il Mediterraneo è da sempre crocevia di scambi, di esperienze, di culture e di sapere di popoli diversi ma che hanno in comune lo stesso mare.

Questa consapevolezza porta Antonio alla svolta della sua vita. Nel 1994 inizia ad organizzare sulla spiaggia di Alimuri, dove si trova il suo stabilimento balneare, delle serate a tema che hanno come protagonisti la musica e la cucina mediterranea. Per Alimuri passeranno artisti di calibro, in riuscite serate gastronomiche. Lì in quelle serate è da ricercare il seme che porterà alla nascita del ristorante “La Conca”.